ETS home page .:. contattaci .:. faq


G E O G R A P H I C A
I T I N E R A R I
P H O T O G A L L E R Y
I N V I A G G I O
I T R A V E L L E R S
L' A S S O C I A Z I O N E






Bed & Breakfast Fiera Milano
Bigatt B&B, la miglior sistemazione nei pressi della fiera di Milano-Rho
Inizio > I T I N E R A R I > Europa > Italia

Cicloitinerario Da Parma A Colorno Al Po
Claudio Pedroni

Proponiamo questa volta un facile itinerario completamente pianeggiante, nel cuore della bassa padana tra Parma e il Po. Scegliamo come punto di partenza il piazzale della stazione (giusto per ricordare l'opportunità di usufruire del servizio treno più bici), ricordando che Parma è facilmente raggiungibile da molte località. Dal piazzale si prende verso ovest fino al ponte di Bottego sul Parma, appena prima del quale si imbocca una ciclabile che si dirige verso nord per giungere alla frazione di Moletolo, dopo la tangenziale. Da qui, oltrepassata la zona artigianale, si entra nella bella campagna parmense seguendo il corso del fiume Parma fino a Colorno. E' necessaria un po' di attenzione per mantenere la direzione giusta nelle diverse stradine possibili, ma i locali saranno felici di indicarvi la giusta strada per Baganzolino, S. Andrea, Vedole e Colorno. Lungo la strada si incontrano diverse chiese di campagna, a partire da quella di Moletolo fino a quella della SS. Annuziata, riportata agli antichi splendori da un recente restauro. Si entra in Colorno dall'argine del Parma, poi Via XX Settembre quindi Via Mazzini passando dal duomo di S. Margherita, per arrivare poi alla P.zza Garibaldi, ornata dall'imponente Palazzo Ducale. In totale, il percorso è di circa 20 km.

Dopo Colorno, chi volesse raggiungere il fiume Po deve prendere il ponte acciottolato sul Parma, quindi girare immediatamente a sinistra risalendo il torrente fino al piccolo oratorio della Madonna della Neve, dove ci si immette a destra sulla trafficata provinciale per Torrile. Al vicino semaforo si prende a sinistra (direzione Sissa) e dopo poche centinaia di metri a destra per una strada asfaltata senza indicazioni. Dopo pochi chilometri si incontra a sinistra la Corte Sanguigna, bellissimo esempio di corte padana di presumibile fondazione religiosa. La corte è privata e si può attraversare grazie all'ospitalità dei padroni di casa, titolari di una fiorente azienda agricola zootecnica con annessa produzione di Parmigiano Reggiano. Da Sanguigna si guadagna l'argine maestro e si prende a destra (a est), per giungere finalmente in riva al grande fiume in località Sacca. Da Sacca si può ritornare a Colorno per la strada diretta scontando un certo traffico sulla statale 343. Questo anello su Colorno è lungo circa 12 km.

Per tornare a Parma da Colorno si può prendere la strada diretta del canale Naviglio verso sud, in direzione Gainago, quindi, all'altezza della Certosa di Paradigna, bell'esempio di gotico cistercense (non visitabile), si entra in Parma attraverso un'area industriale, e per Via Bologna e Via Palermo si ritorna al piazzale della stazione; tutto ciò dopo 20 km da Colorno e 52 km per il giro completo. Chi fosse molto stanco può evitare questi ultimi chilometri prendendo il treno più bici a Colorno, per giungere comodamente a Parma.


SCHEDA

Colorno (PR)
Altitudine: 30m - Abitanti: 8000
L'inconfondibile sagoma delle quattro torri del palazzo ducale avvisano il ciclista del prossimo raggiungimento di Colorno. Iniziata con i Sanseverino, la costruzione del palazzo é stata completata dai Farnese. Subì poi sotto i primi Borbone un vero e proprio saccheggio di suppellettili e quadri, per poi ritornare agli antichi splendori con Maria Luigia. Fu di nuovo spogliato dai Savoia e divenne ospedale psichiatrico, ma i recenti restauri hanno ripristinato la bellissima architettura e il giardino. Ora é sede di mostre e altre iniziative, come la mostra-mercato di giardinaggio di qualità "Nel Segno del Giglio", che si tiene ogni maggio.
Pro Loco: c/o Palazzo Ducale, Piazza Garibaldi 21, 43052 Colorno; tel.0521/816939, fax.0521/815505.
Museo Etnografico della Civiltà Contadina: situato presso l'Aranciaia del Palazzo Ducale; tel.0521/815418.
Per saperne di più: Ist. Geografico De Agostini, Guide per il Week End, "Bassa Padana" 1994, L.14.000; Touring Club Italiano/Provincia di Parma: Guide d'Italia, "Parma e Provincia" 1997, L.20.000; Touring Club Italiano/Regione Emilia Romagna, "Emilia Romagna in Bicicletta" 1996, L.20.000; Giorgio Roggero, Mirella Morelli: "Itinerari lungo il Po a piedi, in bicicletta, in canoa" 1991, I.G. De Agostini editore, L.40.000.



Il presente percorso, completo di immagini e cartine, lo trovate sul nr.5 (ottobre '99) di Marcopolo Guida Viaggi, la rivista del turismo intelliGENTE, in edicola a L. 5.000; richiedila al tuo edicolante di fiducia. Per abbonamenti (L. 48.000 - 12 numeri) ed arretrati (L. 9.000 cad.) spedisci l'apposito coupon nelle ultime pagine della rivista allegando la ricevuta di versamento postale.
Marcopolo Guida Viaggi: percorsi di viaggio PENSATI, VISSUTI e RACCONTATI da Voi Viaggiatori. E mail: marcopologv@libero.it

PAESI CORRELATI CON QUESTO ARTICOLO

ITALIA