ETS home page .:. contattaci .:. faq


G E O G R A P H I C A
I T I N E R A R I
P H O T O G A L L E R Y
I N V I A G G I O
I T R A V E L L E R S
L' A S S O C I A Z I O N E






Bed & Breakfast Fiera Milano
Bigatt B&B, la miglior sistemazione nei pressi della fiera di Milano-Rho
Inizio > I T I N E R A R I > Americhe > Canada

Montreal Joie De Vivre
Marco Benatti e Vittoria Damiani

Alla scoperta di una delle più vitali città del mondo.
Montreal, dove Europa e America si mescolano in un'irripetibile amalgama di cultura, fascino e divertimento puro.


Non ci si può non innamorare di Montreal. Per chi viene dalla vecchia Europa, è come ritrovare un
pezzo di casa, ma migliore, se possibile. Migliore perché qui tutto funziona alla perfezione, in pieno standard di efficienza americano. Gli autobus sono puntuali (con tanto di orario di arrivo alla fermata!), la metropolitana è provvista di aria condizionata, c'è ordine e pulizia dappertutto e servizi al pubblico eccellenti. Non per niente Montreal è, insieme a Sydney in Australia, la città con la migliore qualità di vita al mondo.

E molto di tale efficienza è dovuto anche ai suoi abitanti, provenienti dai quattro angoli del pianeta. Gente che molto spesso si è lasciata alle spalle una guerra, una tragedia o più semplicemente la povertà, e che è riuscita a trovare qui un proprio angolo di paradiso. Gli immigranti hanno contribuito a delineare il carattere di questo luogo, la seconda città francofona al mondo, e fiera di essere tale.
E' questa sua eredità francese, che la rende così diversa dalle vicine città nordamericane come Toronto o New York. A Montreal si respira una joie de vivre, una voglia di divertirsi, una passione per la vita in generale, che neanche i freddi mesi invernali (con temperature spesso al disotto dei 20°!) riescono a mitigare. Anche in pieno inverno i ristoranti, i bar, le discoteche, i cinema sono pieni di gente con un unico obiettivo: uscire e divertirsi.
Perché Montreal ha certamente dei problemi, sia economici che politici, ma nessuna città in Nord America è capace come lei di "far festa". Se andate a Montreal in estate, sarete catturati da tutte le manifestazioni che vi si svolgono. Si ha solo l'imbarazzo della scelta, perché da giugno e per tutta la stagione è un susseguirsi di eventi, uno più invitante dell'altro.
Un piccolo campionario per i vostri palati: il Festival internazionale di Jazz, le prime due settimane di luglio, con artisti provenienti da tutto il mondo e con spettacoli molto spesso all'aperto e gratuiti. Oppure il Festival Benson & Hedges dei Fuochi d'Artificio (da non perdere: è meraviglioso). O il festival delle Mongolfiere a St. Jean sur Richelieu (a mezz'ora di macchina da Montreal). O il Festival mondiale della birra (5 giorni di puro delirio...) a metà giugno. O il festival della comicità , il "Just for Laughs Comedy Festival", con i più grandi comici nordamericani. E se ancora non vi basta, che dire del Festival del Cinema di Montreal?
Insomma, lo avrete capito: non importa l'occasione, perché, anche se non c'è, se ne crea una. L'importante è divertirsi. Perché a Montreal, il divertimento, è "di rigore".

PERCORSO

Arte e storia ***
Natura **
Sport e divertimento *****

Difficoltà: bassa
Costo: medio/alto


VECCHIO MONTREAL

Sino alla fine del 19° secolo, il cuore della vita politica e commerciale della città si trovava qui. Dopo un periodo oscuro, solo verso la fine degli anni '60 si è tornati a valorizzare quest'area, che è ora il nuovo polo di attrazione turistica della città.
Il Vecchio Montreal si raggiunge facilmente con la metro (stazioni Square victoria, Place d'Armes o Champ-de-Mars), e il modo migliore di esplorarlo è passeggiando nelle sue stradine.
Il miglior punto d'inizio è la piazza Jacques Cartier, una delle più belle e ricche d'atmosfera della città. E' piena di bar, ristoranti, terrazze all'aperto e di artisti che espongono lungo i marciapiedi. Se volete ritornare a casa con un vostro ritratto o una vostra caricatura, questo è il posto dove farlo! Perdetevi poi lungo Rue St. Paul o Rue St. Vincent: vi sarà quasi impossibile credere di essere in una delle più grandi metropoli nordamericane, talmente forte sarà il contrasto con quello che vedete!
Da non mancare è la Basilica Nôtre Dame (1829), al 116 di Rue Nôtre Dame Ovest, probabilmente la chiesa più famosa del Canada. La facciata gotica vi affascinerà, ma sarà l'interno a stupirvi, con il suo soffitto blu pieno di stelle d'oro (a 18 carati!) e con il suo organo, fra i più grandi del mondo. La basilica è infatti il luogo prediletto dagli amanti della musica, che vengono qui ad ascoltare numerosi concerti: il legno della decorazione interna offre infatti un'acustica eccezionale.
Nella piazza dove si affaccia la Basilica, ed esattamente alla sua sinistra, potrete anche vedere un edificio in pietra rossa: è il primo grattacielo costruito nella città (1888).


Il VECCHIO PORTO

Montreal è una "città isola" nel mezzo del fiume San Lorenzo, ed è ancora uno dei porti più importanti del Canada. Questo legame col mare è molto evidente nel Vecchio Porto (Old Port).
Ciò che lo rende interessante, nonostante la sua trasformazione in un luogo di divertimenti e passeggiate turistiche (su un percorso di più di 2 km), che lo ha fatto diventare uno dei parchi più famosi di Montreal, è la tuttora fiorente attività marina.
Durante l'estate, il Vecchio Porto fiorisce e la passeggiata che collega il Canale Lachine, ad ovest, con il molo dell'Orologio, ad est, è piena di ciclisti, rollerbladers e, più semplicemente, di tante persone che passeggiano, godendosi l'atmosfera di questa splendida zona.
Sul molo King Edward, ai piedi di Boulevard St. Laurent, potete trovare un paio di sale cinematografiche IMAX, dove vengono proiettati film in formato tridimensionale che, visti su schermi giganti, molto spesso vi faranno sentire parte integrante dell'azione in corso.
Dal molo Jacques Cartier si possono effettuare escursioni sui bateau-mouche (molto simili a quelli parigini). Se si vuole provare qualcosa di diverso, si può saltare su un "amphi-bus". Questi singolari mezzi sono parte-auto e parte-barca, e permettono al turista una vista "anfibia" del fronte del porto (18$ il biglietto).
L'ultimo molo è il molo dell'Orologio, e qui potrete provare l'esperienza di un giro in gommone sulle rapide del Canale Lachine (Saute-Moutons è il termine francese per indicare le rapide). Non costa poco, è vero (dai 29$ ai 49$ tasse incluse), ma il divertimento è garantito, così come le scariche di adrenalina che vi assaliranno durante il movimentato viaggio. Da non perdere!
Volendo visitare un altro parco, si può prendere un battello e raggiungere il Parc des Iles, dove si trova anche un gigantesco parco giochi, La Ronde.
Per gli amanti dell'automobilismo, infine, è qui che si trova il circuito che ospita l'unico Gran Premio di Formula 1 del Nord America (Circuito Gilles Villeneuve - Ile Notre Dame).


IL CENTRO CITTA' E RUE ST CATHERINE

Come ogni grande agglomerato urbano, anche Montreal ha la sua strada principale, dove si concentra l'essenza della città stessa, il suo spirito: è Rue St. Catherine, una strada che attraversa per 15 km, da est ad ovest, tutta la città.
Qui batte il cuore di Montreal, ad ogni ora del giorno e della notte. E' qui che si possono trovare, fianco a fianco, i negozi eleganti, i mega centri commerciali e i locali con spogliarelliste, sempre aperti e sempre frequentati!
Se è lo shopping che vi fa divertire, non mancate il Faubourg (1616 St. Catherine), un mix incredibile di cibi, boutiques di moda e cinema. Continuando sulla strada, si incontrano una serie di complessi commerciali, dove ci si può perdere per intere giornate. Per citarne alcuni: Eaton's Centre; Les Promenades de la Cathedrale; Les Cours Mont Royal; La Place Montreal Trust; La Baye.
In ognuno di questi luoghi, troverete negozi, negozi e ancora negozi. E poi montagne di cibo (per tutti i gusti) che vi attendono! Sarà difficile resistere a questa tentazione continua. E quando si è troppo stanchi, si può sempre prendere la metropolitana che collega ogni punto del centro città.
Una visita d'obbligo va fatta alla Rue Crescent, considerata la strada più elegante di Montreal, e piena di café e ristoranti alla moda. Seduti in una terrazza, sorseggiando una birra, troverete qui uno dei posti migliori per osservare la gente di Montreal. E' su questa strada che potrete trovare, tra l'altro, l'Hard Rock Café (1458 Rue Crescent); vale la pena farci un giro.
E se avete voglia di vedervi un film, provate le nuove sale Paramount al 977 di St. Catherine West. Sono 12 sale incredibili, con proiezioni continue a partire dalle ore 13.00.


BOULEVARD ST. LAURENT

Boulevard St. Laurent rappresenta la linea immaginaria che divide la comunità francese, ad est, da quella inglese, ad ovest. In realtà, St. Laurent raccoglie in sé tutti i colori delle etnie che abitano questa strada e che l'hanno resa, negli ultimi anni, il posto trendy di Montreal.
Nella parte bassa di St. Laurent, verso Rue Viger, incontrerete il quartiere cinese, da dove potrete iniziare il vostro viaggio. Anche se questa Chinatown è piccola, essa racchiude in sé tutti gli odori e gli umori della sua gente, che corre (perennemente!) indaffarata, con quei visi enigmatici che solo gli orientali possono avere. Ci sono mille posti dove fermarsi a mangiare una noodle soup; sceglietene uno e godetevi l'atmosfera.
Salendo verso nord, tra Rue Sherbrooke e l'Avenue des Pins, troverete il concentrato dei negozi, ristoranti, bar e locali più alla moda del momento. Da non perdere assolutamente: Ristorante Primadonna (3479 Blv. St. Laurent; cucina italiana e sushi); Ristorante Mediterraneo (3500 Blv. St. Laurent; grill & wine); Shed ( l'ideale per prendere una birra, un dolce, un panino, anche da soli ad osservare il mondo che passa davanti a voi...). E per il dopo cena: Wax (3481 Blv St. Laurent), con musica dal vivo ogni sera della settimana.
Merita una visita anche Rue Prince Arthur, una strada pedonale piena di ristoranti greci, dove si può cenare portando il proprio vino, essendo questi locali sprovvisti di una licenza per alcolici (suona strano, è vero, ma qui è una cosa normale!). Rue Prince Arthur sbocca su una delle più belle piazze di Montreal, il Carré St. Louis. Case di fine '800 delineano il contorno di questa piazza, e il suo parco offre respiro e pace per chi vuole riposarsi un po'.
Continuando a nord su St. Laurent, incontrerete la Little Italy, con locali tipici come il Caffè Italia o il Caffè dello Sport o, per chi vuole essere alla moda, Caffè Epoca (6778 Blv. St. Laurent). Se avete nostalgia del cibo di casa, al negozio Milano potrete trovare di tutto e anche un po' di più!


COS'ALTRO C'È DA VEDERE E PROVARE

Se il gioco d'azzardo vi affascina, non potete mancare il Casino, situato sull'isola Nôtre Dame (1, Avenue du Casino; tel.3922746). Riceve più di 15.000 visitatori al giorno, ed è aperto 24 ore su 24!
Lo Stadio Olimpico (4141 Avenue Pierre de Coubertin - Metro Viau ) vale la pena di essere visitato, per la sua imponente struttura futuristica. Qui potrete incontrare rollerbladers, skate boarders e quanto mai improbabili scuole di motociclismo all'aperto! Se volete, potrete salire anche sulla torre inclinata più alta del mondo (270m).
Il Biodôme, aperto nel giugno del 1992, è ospitato nel vecchio velodromo accanto allo stadio Olimpico. Al suo interno sono stati ricostruiti quattro ecosistemi naturali: una foresta pluviale; una foresta delle Laurentidi (la regione montuosa che si trova a nord di Montreal, dominata da foreste di aceri e pini); un ecosistema polare artico e l'ecosistema marino del San Lorenzo. Tutti gli ambienti naturali sono completi della rispettiva flora e fauna. Sempre nella stessa zona, il Giardino Botanico (4101 Rue Sherbrooke Ovest), di fronte al Biodôme, è uno dei più grandi al mondo (21.000 specie). Da non mancare soprattutto il giardino giapponese.
Infine, il parco Mont Royal, nel cuore della città, è un po' la "montagna sacra" dei montrealesi, che vengono qui in massa, sia d'inverno che d'estate, a godersi 250 ettari di puro relax e benessere.
Gli amanti dell'arte potranno invece provare il Museo delle Belle Arti di Montreal (1379-1380 Rue Sherbrooke Ovest); è il più vecchio museo d'arte del Canada (1860), ed ha più di 25.000 opere nella sua collezione permanente (ingresso 12$; stazione metro: Guy-Concordia; tel.2852000).


MUST GO

Ecco infine una lista, magari un po' caotica, di alcuni ristoranti e locali che sono praticamente imperdibili.
Il primo è Beauty's (angolo Mont Royal e Laurier), con un successo che continua dal 1942, senza aver mai modificato nulla dell'aspetto originario. Il brunch della domenica è un classico. Provate il "Beauty 's special": un bagel (il tipico pane a ciambella) pieno di salmone, formaggio Philadelphia, pomodoro e cipolla. Da leccarsi i baffi.
Al Dim Sum di Chinatown (La Maison Kam Fung), il cibo viene servito dalle 7 di mattina alle 3 del pomeriggio. Le cameriere passano tra i tavoli con carrellini in acciaio pieni di vivande: a voi decidere cosa scegliere e mangiare. Da non perdere i dumplings (specie di ravioli cotti a vapore) con i gamberetti. Allo Schwartz's (3895 Boulevard St. Laurent), troverete la famosa carne affumicata (smoked meat), servita in questo locale dal 1930, mentre al Milos (5357 Avenue du Parc, a nord di Mount Royal), servono il miglior pesce della città. Al Café Santropol (Rue St. Urbain), con un giardino all'interno che vale da solo il viaggio, si possono trovare gustosissimi sandwich e una ottima atmosfera.
Tra i bar e club, infine, non avrete che l'imbarazzo della scelta. Dai locali di Rue Crescent (Thursday's; Winnie; Sir Winston Churchill), potrete muovervi e vagare in tutte le strade adiacenti del centro città (Bishop, Peel, Mackay), ognuna gremita di locali pieni di gente, musica e fumo. Poi potrete spostarvi su Boulevard St. Laurent e nei bar di Rue St. Denis.
La parola d'ordine è... avere voglia di divertirsi!


COMMENTO AL VIAGGIO

Montreal è una città viva e piacevolissima, e merita una permanenza di almeno qualche giorno. Ovviamente, da qui si può partire per l'esplorazione del Canada, e in particolare del Quebec e dell'Ontario, due tra le regioni più belle di questo paese. Montreal è inoltre piuttosto vicina alle città più "europee" ed interessanti della costa est degli USA, New York e Boston.

Il presente percorso, completo di immagini e cartine, lo trovate sul nr.9 (Marzo 2000) di Marcopolo Guida Viaggi, la rivista del turismo intelliGENTE, in edicola a L. 5.000; richiedila al tuo edicolante di fiducia. Per abbonamenti (L. 48.000 - 12 numeri) ed arretrati (L. 9.000 cad.) spedisci l'apposito coupon nelle ultime pagine della rivista allegando la ricevuta di versamento postale.
Marcopolo Guida Viaggi: percorsi di viaggio PENSATI, VISSUTI e RACCONTATI da Voi Viaggiatori. E mail: marcopologv@libero.it

PAESI CORRELATI CON QUESTO ARTICOLO

CANADA