ETS home page .:. contattaci .:. faq


G E O G R A P H I C A
I T I N E R A R I
P H O T O G A L L E R Y
I N V I A G G I O
I T R A V E L L E R S
L' A S S O C I A Z I O N E






Bed & Breakfast Fiera Milano
Bigatt B&B, la miglior sistemazione nei pressi della fiera di Milano-Rho
Inizio > I T I N E R A R I > Oceania > Australia

Alla Conquista Del Western
Fiammetta Positano De Vincentiis

Uno spettacolare percorso in uno dei territori più vasti e sperduti del pianeta, dove testimonianze del passato tribale, paesaggi selvaggi ed eleganti e moderne città si fondono in un indissolubile insieme di suoni, colori e scenari.

Un viaggio nel west del "continente rosso", la mitica ed austera Australia, con i suoi tramonti infuocati e gli immensi spazi che si aprono a perdita d'occhio facendo perdere il senso di ogni proporzione, assume sempre un sapore un po' "speciale" per chi lo vive. La scelta del camper permette poi la massima libertà d'azione e la possibilità di conoscere e stazionare anche in dimenticati angoli di questo sconfinato paradiso.
Trovarsi in mezzo ad una natura realmente incontaminata ad osservare animali selvatici per nulla spaventati dall'uomo, in un assoluto silenzio, è cosa sempre più rara, per non dire impossibile. Sono ormai pochissimi i luoghi in grado di riservarci queste fantastiche ed indimenticabili emozioni, e l'Australia, soprattutto il Western Australia, è appunto uno di questi. Rivivendo questo percorso, potrete provare queste emozioni ancor più intensamente, coniugando quella piacevole sensazione di spazio, che in Australia sorge spontanea, al grande vantaggio di viaggiare con un mezzo il cui pregio fondamentale è la notevole libertà di movimento: il camper. Tappe lunghe o tappe corte, a voi la scelta a seconda delle decisioni prese al momento, se siete stanchi di guidare o freschi e riposati, se volete fermarvi per uno spuntino in un posto speciale o avete l'irrefrenabile desiderio di arrivare alla tappa successiva, che sembrerà sempre la migliore; voi, la cartina ed il camper, ecco tutto ciò che vi occorre.
CAMPER IN AUSTRALIA: ISTRUZIONI PER L'USO
Le tappe col camper avranno come meta il raggiungimento dei luoghi da voi scelti giorno per giorno, angoli possibilmente dotati di campeggi sicuri ed attrezzati in cui fermarvi per la notte. Questi posti di sosta in Australia sono numerosi, perfettamente organizzati e provvisti di tutto il necessario, dagli attacchi per la luce e per l'acqua, alle docce, lavanderie, bar e stazione di carburante; figuratevi che alcuni usano il campeggio come casa stabile, magari con tanto di orticello con pomodori, insalata e fiori davanti alla veranda.
I camper australiani, poi, sono molto confortevoli: dispongono di cucina con forno a tre fuochi e forno a microonde, grosso ausilio per pasti leggeri e veloci da preparare, ideali per il pranzo; ed ecco che un bosco, una spiaggia, una località particolare che vi ispira particolarmente potrà diventare lo splendido contorno per uno spuntino all'aria aperta, in qualsiasi momento della giornata.
Se il tempo non vi consentirà un picnic all'aperto nessun problema; il camper è dotato di ogni attrezzatura necessaria e si trasformerà, a seconda dell'occasione, in una confortevole zona pranzo o in un morbido giaciglio per la notte, con coperte e lenzuola in dotazione. Ovviamente i posti disponibili variano a seconda delle dimensioni del mezzo, che è possibile prenotare direttamente dall'Italia.
Un solo piccolo neo che, per onestà, non si può nascondere: sotto al wc del camper si trova, infatti, un misterioso contenitore che dovrete regolarmente svuotare diverse volte, a seconda della durata del viaggio e...delle vostre necessità fisiologiche !!! Beh, non è un'esperienza particolarmente gradevole ed è quindi consigliabile usare il più possibile i bagni pubblici durante le soste, sia per la doccia che per tutto il resto. La pulizia regna in quasi tutti questi servizi e di conseguenza non vi sarà difficile limitare all'essenziale l'uso del bagno nel camper.
Durante la notte non è consigliabile viaggiare perché la strada può essere attraversata da canguri che, attratti dai fari, possono essere investiti e provocare anche incidenti. La notte dovrebbe invece essere dedicata alla sosta e al riposo, magari dopo aver frequentato qualche tipico ristorante ed aver conosciuto le persone e i cibi del luogo, un'esperienza davvero da non perdere! Vi è una grossa scelta di ristoranti di vari livelli mediamente meno costosi che in Italia. A Perth, per esempio, c'è una strada quasi interamente dedicata a ristoranti con cucina italiana; qualche gestore rimane fuori dalla porta per attirare i clienti, facendo pubblicità ai propri piatti. Per chi ama le aragoste sarà una vera festa: sono buone e a buon mercato, come del resto tutto il pesce, di cui vi è grande abbondanza.
Non ci sono altri problemi: il camper si guida con la massima facilità, essendo dotato di tutti gli accorgimenti per agevolare al massimo i conducenti, anche alla prima esperienza. Le strade sono buone, larghe e senza particolari problemi di viabilità, a parte i grossi camion a rimorchio che sarebbe opportuno non superare; dopo tutto non si tratta di una corsa automobilistica, ma di una visita ad un paese che ha tanto da offrire, ed è giusto prendersi il tempo necessario per goderselo pienamente. Unica piccola difficoltà iniziale è la guida a sinistra - fate quindi molta attenzione primi momenti - vi abituerete comunque presto.
Un'ultima elemento, valido in generale per chi si sposta, ma soprattutto per chi lo fa in camper: la scelta dei compagni di viaggio, che, in questo caso, deve tenere conto anche della forte adattabilità alla condivisione dei ristretti spazi vitali, un eccessiva pudicizia o una scarsa attitudine alla vita a strettissimo contatto potrebbero creare qualche piccolo problema di convivenza e minare la serenità delle vostre vacanze. Scegliete con cura.
PERCORSO
Partenza: Perth
Arrivo: Perth
Distanza: 3000 km circa in camper - Ritorno a Perth in aereo
Durata del viaggio: 15-18 giorni
Mezzo: aereo, camper
Attività: sport acquatici (nuoto, surf, windsurfing, sub, fishwatching), trekking, eventuali gite in catamarano, motoscafo

ARTE E STORIA ***
SPORT/DIVERTIMENTI ****
NATURA *****
DIFFICOLTA' Media
COSTO Medio/Alto
Tappa 1
Partenza: Perth
Arrivo: Fremantle
Distanza: 30 km
Tempo di spostamento: circa 1h
Mezzo: camper
Per raggiungere Perth dall'Italia, la città dove inizia il nostro itinerario, occorre fare un lungo tragitto in aereo che è bene suddividere in almeno due tappe, dormendo una notte a Singapore o ad Hong Kong per abituarsi un poco al fuso orario. Alla periferia di Perth, al preciso indirizzo indicato nel "voucher" avuto in Italia, ritirate il camper prenotato. Alla firma del contratto verificate bene le clausole, in particolare quelle relative all'assicurazione che dovrà coprire tutti i sinistri che potranno verificarsi durante il viaggio. Ovviamente, è necessario anche pagare una cauzione, con carta di credito, che vi sarà interamente restituita alla riconsegna del mezzo (in buone condizioni).
Dopo aver ricevuto le istruzioni per l'uso del veicolo e delle relative apparecchiature interne, essere stati rassicurati sul suo stato ed aver preso le necessarie informazioni in caso di soccorso stradale, eccoci alla partenza; un po' di batticuore, soprattutto a causa della guida a sinistra, ma l'entusiasmo avrà presto la meglio. Scocca quindi l'ora delle provviste; recatevi in un buon negozio e via con il rifornimento di tutti i generi di consumo. Senza esagerare ... durante il viaggio avrete parecchie altre opportunità per gli acquisti. Piuttosto, caricate almeno una tanica di riserva; i distributori in alcune tratte sono parecchio distanti l'uno dall'altro.
Visita di un giorno a Perth, città più soleggiata e capitale occidentale d'Australia sita lungo le rive del fiume Swan, che sbocca nell'Oceano Indiano ed è nota per i suoi cigni neri e per essere meta abituale dei locali surfisti, velisti e sciatori d'acqua. Oggi è una splendida città, moderna, pulita e dall'alto tenore di vita, con palazzi altissimi che svettano nel cielo come frecce variopinte in contrapposizione alle basse case di color pastello del quartiere storico ed ai graziosi edifici centenari come il Government House, l'Old Courthouse, l'Old Perth Boys School e the Cloisters. Meno di duecento anni fa Perth era soltanto un grande villaggio abitato dagli aborigeni, di cui rimane il bellissimo museo di dipinti a James Street: il Western Australian Art Gallery.
Perth è anche una città allegra e la sera tutto si anima di luci colorate creando una visione indimenticabile.
Costeggiando lo Swan River si esce dalla metropoli e dopo un quarto d'ora, nelle anse del fiume, s'incontrano diciannove splendide spiagge di sabbia bianchissima, tra cui le più note sono la Como, Peppermint Crove, Crawley e, per i più arditi, Cottesloe, normalmente frequentata da nudisti. Dopo un'oretta sarete a Fremantle (diminutivo "Freo"), paesino attualmente frequentato da artisti e personaggi del teatro, noto in tutto il mondo come punto di partenza della famosissima "America's Cup".
Tappa 2
Partenza: Fremantle
Arrivo: Waddi Farms
Distanza: 198 km
Tempo di spostamento: 2h 30'
Mezzo: camper

Da Fremantle, cartina alla mano e partenza in direzione Wanneroo e Guilderton, percorrendo la State Route 90 che costeggia il mare.
Durante il tragitto, il primo importante incontro che vi attende è lo Yanchep National Park, che ospita l'animale simbolo dell'Australia: il Koala. Questi teneri animaletti sono liberissimi d'arrampicarsi sugli alberi e mangiare le foglie preferite; cosa assai strana, non dormono di giorno come usano fare altri animali della stessa specie. Purtroppo non è possibile prenderli in braccio e coccolarli come negli altri zoo australiani perché sono protetti da una leggera barriera metallica.
Percorrendo altri settanta chilometri, s'incontra Lancelin, dove si trovano le più importanti "windsurfing beaches" del mondo, vero paradiso per gli amanti di questo sport acquatico.
La spiaggia offre dune di sabbia di un bianco splendente in grado di soddisfare anche i non sportivi e gli amanti del riposo assoluto.
Da Lancelin si percorre una strada che conduce alla Brand Highway N.1, passando da Badgingarra e prendendo la Koonah Road. La sosta notturna è presso Waddi Farms, una fattoria di fiori selvatici che giunge all'apice del suo splendore alla fine d'agosto quando in questo angolo di terra è primavera.
Tappa 3
Partenza: Waddi Farms
Arrivo: Geraldton
Distanza: 226 km
Tempo di spostamento: 3h
Mezzo: camper
Partendo dalla Waddi Farms, dopo circa 47 km sarete a Cervantes, dove inizia uno dei più suggestivi parchi nazionali dell'Australia: il Nambung, un deserto di oltre quattrocento ettari.
Il primo sguardo sarà sufficiente a ripagarvi dalla scomodità della strada percorsa per arrivare; uno spazio infinito cosparso da misteriose rocce che spiccano in un'immensa distesa di sabbia color giallo arancione: sono le famose "Pinnacles", rocce arenarie che gli storici fanno risalire a più di 3000 anni fa. Alla luce del sole è uno spettacolo incantevole cui non potrete resistere; come minimo rimarrete a bighellonare in mezzo a queste strane e misteriose rocce per alcune ore e nel caso non foste ancora appagati dalla bellezza di questo luogo, potreste anche decidere di pernottare qui, magari sostando vicino agli alberghi, tanto ... siete in camper !
Il mattino dopo sveglia obbligatoria all'alba: il gioco di luci ed ombre attraverso i pinnacoli è indescrivibile e deve essere visto di persona.
Per chi desidera rispettare la tabella di marcia, si prosegue per Geraldton, una cittadina molto linda che si è guadagnata l'appellativo di "Sun City" ed è nota per i suoi buonissimi gamberi di mare. La città del sole vanta anche splendide spiagge, e un mare con grandi onde che invogliano a fare surf.
Tappa 4
Partenza: Geraldton
Arrivo: Rainbow Jungle
Distanza: 140 Km
Tempo di spostamento: 1h 30'
Mezzo: camper
Usciti dalla città si prosegue sulla Highway per cinquanta chilometri fino alla deviazione (mal segnalata) di una strada che dopo 86 km porta a Kalbarri, e all'omonimo National Park, di notevolissimo interesse archeologico/geologico.
Vicino a questa località si trova la foce del fiume Murchison che si getta nell'Oceano Indiano. Vivamente consigliata è una vista alla Gorge di questo fiume: impressionante per i maestosi scogli di rocce rossastre lunghi fino a 80 metri e profondi più di 150.
Nel parco vi sono due spettacolari punti di osservazione: "The Loop" e lo "Z Band", stretti speroni di roccia fiammeggiante dai quali si domina il corso tortuoso del Murchison. I due punti di osservazione distano fra loro alcuni chilometri e sono praticamente equidistanti dalla pista sterrata che ha inizio all'ingresso del Parco.
Tornati a Kalbarri sulla strada per Red Bluff, dopo 4 chilometri, ci si imbatte nel Rainbow, un parco di uccelli tra i più interessanti d'Australia.
Tappa 5
Partenza: Rainbow
Arrivo: Monkey Mia
Distanza: 380 km
Tempo di spostamento: 4h
Mezzo: camper
Da Rainbow, novanta chilometri e rieccovi sulla strada principale; dirigetevi quindi a nord verso la Peron Peninsula, senza fermarvi fino a Nanga Station, piccola località della penisola. Qui chiedete indicazioni ai locali per raggiungere una simpatica curiosità: la casa dei sogni, una casa interamente fatta di conchiglie, che una famosa coppia di innamorati australiani ha costruito dopo averla a lungo sognata. Durante il tragitto, in caso di stanchezza potreste sostare alla Overlander Roadhouse, un rifornimento di carburante a circa 135 km da Rainbow.
Da Nanga Station proseguite per la strada che costeggia la Peron Peninsula e potrete ammirare l'enorme spiaggia composta da milioni di piccolissime conchiglie bianche, in un'abbagliante striscia lunga duecento miglia, luogo ideale per godersi splendide passeggiate a cavallo (vivamente sconsigliato andare in automobile).
Girando la punta della penisola, si arriva a Monkey Mia, una bella località balneare nella Shark Bay, nota per i delfini che, alle nove di mattina, in un rito che si consuma ormai da quasi trent'anni, si inoltrano fino alla spiaggia per farsi nutrire da appositi addetti; sarete supertentati di farlo anche voi, ma i turisti hanno solo il permesso di fotografare - non perdetevi comunque questo appuntamento.
Qui potrete sostare per riposarvi del viaggio e dedicarvi alla universale vita da spiaggia.
Tappa 6
Partenza : Monkey Mia
Arrivo: Carnarvon
Distanza: 146 Km
Tempo di spostamento: 2h
Mezzo: camper

Da Monkey Mia, dopo aver visitato Hamelin, famosa per le cave di conchiglie fossili ed altre formazioni fossili considerate tra le più antiche conosciute, riprendete la solita N.1 per Carnarvon (famosa per le caratteristiche scogliere forate che durante le mareggiate creano spruzzi alti decine di metri) dove ad un bivio a destra imboccherete la strada per Gascoyne Junction, da cui potrete raggiungere il National Park di Mount Augustus, situato a ben 394 km di distanza nell'interno. Il monte Augustus è in gran parte ricoperto da fitta vegetazione ma è il più grande monolite del mondo ed è di gran lunga più alto e lungo del famoso Ayers Rock.
Per gli amanti del trekking è possibile raggiungere la cima del monte (1106 m) con una passeggiata indimenticabile tra canguri, lucertoloni lunghi più di un metro e grandi quantità d'uccelli (6 ore circa).
Qualora decidiate per la visita al Parco, sappiate che, tra andata e ritorno a Carnarvon, vi ci vorranno almeno due giorni di tempo.
Tappa 7
Partenza: Carnarvon
Arrivo: Minilya Roadhouse
Distanza : 200 km
Tempo di spostamento: 3 h
Mezzo: camper

Tappa di trasferimento fino alla piccola località di Minilya Roadhouse. La North West Coastal Highway affianca il Lake MacLeod e si stacca dalla costa in direzione nord. Dire che in questo tratto non vi sono particolari punti di interesse è estremamente fuorviante. In realtà l'ambiente circostante è talmente ricco di suggestivi panorami e paesaggi, che spesso e volentieri le fermate si moltiplicano, per fotografare ora la grande quantità di fiori che affianca la strada, ora gli animali in libertà. Il mese più adatto è agosto, fine dell'inverno ed inizio della primavera.
Tappa 8
Partenza: Minilya Roadhouse
Arrivo: Coral Bay
Distanza: 75 km
Tempo di spostamento: circa 1h 30'
Mezzo: camper
Lasciata Minilya Roadhouse, si lascia anche la North West Coastal Highway e si va in direzione nord verso Coral Bay, la località più adatta ad una sosta, poiché vi sono tante opportunità di godersi il mare in tranquillità e quindi di rilassarsi.
Coral Bay non è una vera e propria città: ci sono solo due campeggi con due ristoranti ed un piccolissimo centro commerciale, vita notturna inesistente e si gira dappertutto a piedi.
Il fascino di questo posto sta nel suo ambiente naturale, il cui apice è costituito dalla splendida scogliera di formazioni coralline che si estende per oltre 260 km.
Nel mare vivono i "selaci", i più grandi pesci del mondo. A giugno e luglio passano i capodogli e a novembre le tartarughe depongono le uova sulla spiaggia. Sul posto vengono organizzate gite su una speciale barca con il fondo in vetro che permette di vedere i pesci nel loro ambiente naturale, ed escursioni di whale-watching con motoscafi (gli animali vengono avvistati da un aereo che via radio è in collegamento con il motoscafo).
Tappa 9
Partenza: Coral Bay
Arrivo: Exmouth
Distanza: 120 km circa
Tempo di spostamento: 2h 30'
Mezzo: camper
Lasciata Coral Bay, la strada sale a nord verso la penisola di Exmouth, per poi deviare verso sud-ovest diretti a Cape Range National Park, dove si possono vedere molte antichissime pitture rupestri degli aborigeni. Per trovarle chiedete ai locali perché non vi sono cartelli segnaletici. Per vedere quelle più in alto, occorre andare a piedi, ma la salita è molto breve e non difficoltosa. Dopo l'escursione, volendo potete recarvi subito a Exmouth, non molto distante, oppure sostare qui, prendendovela più comoda.
Essendo una base della Royal Air Force, Exmouth è una cittadina superattrezzata: ci sono negozi e supermercati di tipo americano, e quindi sarà disponibile ogni genere di prodotto per qualsiasi necessità. Vi sono anche una biblioteca, diverse chiese, un piccolo aeroporto ed un ufficio del turismo, oltre naturalmente a campeggi, alberghi e ristoranti. Oltre la cittadina si apre una zona selvaggia e bellissima, dove potrete campeggiare in mezzo ad una natura davvero intatta.
Tappa 10
Partenza: Exmouth
Arrivo: Port Hedland
Distanza: 500 km circa
Tempo di spostamento: 6h
Mezzo: camper
Per raggiungere Port Hedland, tornate indietro per circa duecento chilometri ed imboccate la strada di raccordo che riporta alla North West Coastal Highway; da essa, andando a sinistra ci si dirige verso Karratha e quindi a Port Hedland.
La strada, dalla Highway alla città attraversa una zona di colline dai colori contrastanti, che colpiscono l'occhio. Oltre la città si trovano delle rocce dipinte dagli aborigeni; non vi sono segnalazioni di sorta, e per trovarle dovrete inoltrarvi tra quelli che sembrano enormi cumuli di detriti.
Tappa 11
Partenza: Port Hedland
Arrivo: Sandfire o Broome
Distanza: per Sandfire 171 km per Broome 591 km
Tempo di spostamento: per Sarfire 2 h, per Broome 6 h
Mezzo: camper e a Broome fuoristrada
La via per raggiungere Sandfire e Broome è fiancheggiata dalla incontaminata Eighty Miles Beach con campeggio presso Wallal Downs.
Anche questa tappa, che si estende fino a Broome, è piuttosto lunghetta, ma è consigliabile perché la città è molto interessante e richiederà qualche giorno di sosta.
Qui i tramonti sono eccezionali e i dintorni sono pieni di luoghi da visitare, ma attenti: le strade periferiche della città potrebbero danneggiare il camper e in alcuni casi dovrete noleggiare un fuoristrada
Da non perdere sono la Cable Beach, spiaggia lunga 30 km, il Gantheaume Point, dove potrete impressionarvi nel vedere vere impronte di dinosauri ed uno spettacolare tramonto, la Pearl Farm (in fuoristrada), dove potrete imparare tutto sulle tecniche di preparazione delle perle, per le quali Broome è nota.
Anche il centro di Broome non scherza in quanto a luoghi di interesse: superba la spiaggia, curiosi alcuni quartieri come Chinatown, viali ornati dalle preziose piante di baobab, negozi che vendono oggetti locali e aborigeni. A fine agosto c'è una festa molto particolare chiamata "Shinju Pearl" che attira innumerevoli persone.
Altra particolarità di questa città, sono le molte comunità di aborigeni che vivono in periferia o in pieno centro, sotto alcuni alberi che considerano come loro casa; il clima mite favorisce questa loro avversione per le quattro mura.
Qui termina il viaggio in camper, che dovrete restituire nel luogo stabilito alla partenza. La malinconia nel lasciare la casa viaggiante usata per tanti giorni è garantita, ma dentro di voi starete già pensando ad un'altra parte del mondo dove ripetere questa esperienza.
Per il momento, tuttavia, dovrete accontentarvi di un taxi o di un più economico autobus, che vi porterà al piccolo aeroporto dove ripartirete per Perth e quindi per l'Italia.

COMMENTO FINALE
Il viaggio, complessivamente richiede dai 15 ai 20 giorni, a seconda di quanta fretta avete e di quanto pestate sull'acceleratore. Con qualche giorno in più potreste spezzare la 10^ tappa, portandovi da Exmouth di nuovo sulla North West Coastal Highway, da percorrere per circa 100 km verso nord, fino al bivio a destra per Tom Price, approfittandone per visitare la zona mineraria del Pilbara e l'Hamersley Range National Park. Da qui, su strade di terra battuta, potreste raggiungere tutta una serie di località minerarie molto interessanti (Roy Hill, Marble Bar), dove potreste riscoprirvi cercatori d'oro con il mitico setaccio (ma forse è meglio utilizzare il più tecnologico metal detector, che noleggiano in loco) e ritornare sulla Highway N.1, magari evitando la zona di Port Hedland. Se deciderete in tal senso vi torneranno utili le taniche aggiuntive di carburante e una buona scorta d'acqua - qui il caldo non scherza davvero.

L'articolo, completo di immagini e di percorso dettagliato, tappa per tappa, è apparso sul nr.2 (Luglio '99 ) di "Marcopolo Guida Viaggi", che è possibile richiedere spedendo il tagliando a pag. 96 della rivista con allegata la ricevuta di versamento postale di L. 9.000 (+L.2.000 per la spedizione) alla
Bertani & C.S.r.l. - Marcopolo GV, Via C.A.Dalla Chiesa, 4 - 42025 Cavriago (RE).
Potete richiedere ogni mese "Marcopolo Guida Viaggi - La rivista del turismo intelliGENTE" al vostro edicolante di fiducia. Il prezzo è di L. 5.000.

PAESI CORRELATI CON QUESTO ARTICOLO

AUSTRALIA