ETS home page .:. contattaci .:. faq


G E O G R A P H I C A
I T I N E R A R I
P H O T O G A L L E R Y
I N V I A G G I O
I T R A V E L L E R S
L' A S S O C I A Z I O N E






Bed & Breakfast Fiera Milano
Bigatt B&B, la miglior sistemazione nei pressi della fiera di Milano-Rho
Inizio > I T I N E R A R I > Europa > Grecia

A Spasso Tra Le Cicladi
Dario Camilotto

Volete scoprire la storia della più antica civiltà d'Europa? Siete appassionati di archeologia, di filosofia, di arte, di cultura? Più semplicemente, sognate di eliminare la parola stress dal vostro vocabolario facendo incetta di mare, sole, sabbia e divertimento o sorseggiando un drink davanti ad uno splendido tramonto infuocato, in assoluto relax? Se è così, smettete di sognare e fate le valige; il Mar Egeo e la bellezza delle sue isole vi aspettano, anche a costi abbastanza ragionevoli. In effetti, si è soliti pensare che l'appagamento vacanziero sia direttamente proporzionale al budget a disposizione o alle ore di aereo spese per arrivare a destinazione; beh, non è proprio così, e la Grecia, tra le sue risorse, può anche offrirvi una vacanza ugualmente stimolante, senza la necessità di ipotecare la casa. L'interesse che questo paese e le sue isole suscitano, attirando ogni anno migliaia di persone, è davvero notevole, grazie anche agli sforzi governativi, da tempo orientati ad incrementare il turismo, risorsa fondamentale. Ma le vere carte vincenti di questa terra sono i bellissimi paesaggi assieme ad un leggendario passato che ha lasciato impronte indelebili in ogni campo, dalla cultura, all'arte, alla filosofia, alla matematica. Vi capiterà di immedesimarvi nel personaggio di Ulisse, protagonista di indimenticabili avventure nel favoloso teatro dell'Egeo o, ammirando gli affascinanti resti archeologici, di fantasticare sulla vita di illustri filosofi. Lo spirito di adattamento e il desiderio di assaporare l'atmosfera di luoghi di indimenticabile bellezza, dovranno essere le costanti del vostro viaggio. Grazie soprattutto all'estrema varietà degli stili di vita che caratterizzano i diversi atolli, la possibilità di scelta sarà vasta e sorprendente. Potrete trascorrere intere giornate comodamente appollaiati in qualche spiaggetta, baciati dal sole e accarezzati dalle limpide acque del mare, oppure avventurarvi con l'auto, il motorino, l'autobus o il traghetto alla scoperta di qualche isola vicina, sbirciando scorci sempre diversi e mozzafiato, apprezzando le arti e l'artigianato locale, sfuggendo la mondanità e la sofisticatezza. Potrete invece decidere di vivere nottate al limite della trasgressione, come solo Mykonos e Ios sanno offrire, o gustare deliziose cenette al lume di candela nel favoloso lungomare di Paros, brulicante di ristorantini, tempestato da un'infinità di tavolini all'aperto, sotto un manto stellato. E se tutto questo non dovesse bastare, potrete vivere sensazioni davvero forti, facendovi stringere dall'abbraccio del porto di Santorini, l'isola più strana e misteriosa delle Cicladi, meta obbligata per qualsiasi crociera nell'Egeo.
Prepariamoci quindi ad addentrarci in un mutante scenario di colori e di allegria che saprà senz'altro guadagnarsi la vostra simpatia ed appagare la vostra sete di bellezza e di curiosità.


ITINERARIO

Partenza: Mykonos
Arrivo: Santorini
Durata del viaggio: 10 giorni
Mezzo: Aereo + Taxi + Autobus + Motorino + Traghetto + Automobile
Attività: Trekking + Biking + Immersioni + Birdwatching + Equitazione + vela +
Sci d'acqua + Windsurf


ARTE e STORIA + + + +
NATURA + + +
SPORT e DIVERTIMENTI + + + + +

DIFFICOLTA' bassa
COSTO medio/basso

1° TAPPA

Partenza: Atene
Arrivo: Mykonos
Tempo spostamenti: 50'
Mezzo: Aereo
Attività: immersioni, tennis, aerobica, equitazione

Il volo dall'Italia potrà anche essere diretto, dipende da una serie di fattori quali le date di partenza, la disponibilità dei voli, il costo, il tipo di volo ecc. Qualora vi capitasse di dovere fare scalo ad Atene, una delle compagnie aree di bandiera (Olympic Airways o Air Greece) vi catapulterà a Mikonos in 50 minuti con sole £.98.000. In alternativa all'aereo, sei ore di nave dal Pireo alla modica cifra di £.25.000.
Stravagante, trasgressiva, ma anche elegante ed affascinante per antonomasia, Mykonos, con le sue case bianche ed i mulini a vento, non mancherà di stupirvi e di mostrarsi senza veli, quasi consapevole di essere la regina incontrastata delle notti infuocate dell'Egeo. Se cercate prezzi modici e atmosfere tranquille e rilassanti, non è forse il posto più indicato. Di solito lo scopo della permanenza qui è spendere, fare salotto, ballare e trasgredire, il tutto in un contesto estremamente cosmopolita, (è residenza di molti stranieri) patria di anticonformismo e libertà. Nel cuore della città le taverne, i bar, i ristoranti, negozi di souvenir, non si contano, riuscendo così a mettere subito a proprio agio anche i più fervidi "pantofolai". Come è ovvio supporre, arrivare ad agosto senza aver prenotato il pernottamento, significa rischiare di dormire nella barca di un pescatore; è infatti impensabile riuscire a trovare una stanza in albergo o un buco di appartamento, soprattutto a prezzi ragionevoli. E' quindi scontato specificare che i mesi migliori per visitarla sono giugno e luglio, quando il clima è ottimo, i turisti non eccessivamente numerosi e tutto è più appetibile e meno caotico.
La prima cosa da fare è noleggiare un mezzo di trasporto, indispensabile per gli spostamenti a mare e sull'isola; ottime le due ruote, pratiche ed economiche, ma se siete in quattro e amate la comodità, anche un'auto potrà fare al caso vostro a prezzi accettabili. In ogni caso la rete di autobus che fanno la spola tra città e mare, garantiscono prezzi modici, e orari non troppo flessibili. Per il pernottamento la scelta è vasta: si va dal campeggio (solo due sull'isola) ai numerosi alberghi di ogni categoria e sempre piuttosto cari. Tre giorni sono sufficienti per visitarla e assaporarne le meraviglie, tra le quali le famose chiesette bizantine sulle alture dei dintorni o la chiesa della Panaghia Paraporthiani, nel quartiere Kastro di Mykonos, in cui potete vedere anche il Museo di arte popolare ed il Museo archeologico. Altri punti di interesse nell'isola, il Monastero della Panaghia Tourliani, nei pressi di Ano Mera, le rovine di Panormòs a Palio Kastro, il castello di Darga o i resti archeologici nei pressi di Lino, Portes e di Mavri Spilia. Se siete stanchi di riposare in una delle numerosissime spiagge (Psaroiu, Elia, Paradise, Aghia Anna o, per i nudisti, Super Paradise) e il vostro fisico richiede movimento, nessun problema: l'isola offre parecchie opportunità anche dal punto di vista sportivo, dai corsi d'immersione al tennis, all'aerobica, all'equitazione. I locali notturni rimangono comunque la perla e il motivo di tanta curiosità ed affluenza. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti: dalla classica birreria/pub agli afterhours, con tanto di concerti ed attrazioni varie. Non dimentichiamo poi tutte le feste organizzate "last minute" ogni volta in una spiaggia diversa: date una letta ai volantini sparsi qua e là, seguite le istruzioni e buon divertimento !




2° Tappa

Partenza: Mykonos
Arrivo: Paros
Tempo spostamenti: 2h
Mezzo: Traghetto
Attività: vela, sci d'acqua, windsurf e mountain bike

Paros, raggiungibile anche in aereo, è il virtuale centro geografico delle Cicladi e dopo aver trascorso alcune serate a Mykonos, è il posto ideale dove riposarsi e divertirsi senza eccedere. Un paio di giorni di relax, prima di ricadere nuovamente nel vortice della vita mondana, possono bastare. Famosa sin dall'antichità per il suo marmo bianco, esportato in tutto il mondo greco, di cui si possono ammirare le cave, sul monte Sant'Elia, nella località di Agios Minas, offre emozioni completamente diverse da Mykonos. Con le sue colline terrazzate coltivate a viti, ulivi e alberi da frutto, è una meta molto ricercata per chi vuole stile ed eleganza e non a caso la maggior parte dei visitatori è di origine anglosassone. L'età media si aggira sui 25 anni. Anche qui, come per Mykonos, se si vogliono raggiungere le lontane spiagge in modo autonomo e pratico, è consigliabile il noleggio di un mezzo a due o a quattro ruote. Da non perdere assolutamente nella capitale Paros, la Chiesa di Ekatontapyliani (dalle cento porte), considerata la più bella delle isole Cicladi, nel cui recinto si trova un Museo Bizantino e, poco distante, un Museo Archeologico. A sud di Paros, la Grotta delle Ninfe e nei suoi dintorni altri resti classici (monasteri, templi, gli altari arcaici scavati nella roccia di Apollo ed Artemide del sec. VI a.c. sulla collina di Kastro, ecc.). Per il pernottamento non dovreste avere problemi nemmeno in agosto; anzi, scendendo dal traghetto potrà capitarvi di essere completamente assaliti da un'orda di persone che cercheranno di affittarvi una stanza, con tanto di foto in mano. Questa è sicuramente la soluzione più economica, l'importante è scegliere con estrema attenzione, dopo avere visto diverse camere. Se volete la certezza dei comfort e l'igiene assoluta, sarà meglio puntare sugli alberghi. Per i pasti l'isola offre un'infinita varietà di soluzioni, ma i più caratteristici e romantici sono senz'altro i locali sul lungomare della città Parikìa, dove la luce soffusa, il rumore del mare e il luccichio delle stelle saranno una cornice ideale per una serata romantica. Paros certamente non primeggia per i locali notturni e potrà capitavi di trovarne alcuni semi deserti, anche in pieno agosto; vale comunque la pena entrare allo Slammer Bar, all'Irish Bar Stavros e al Londoner. Se cercate una spiaggia per rilassarvi immersi in un ambiente pittoresco, Nàoussa è il posto ideale. Si trova sulla costa settentrionale dell'isola e fino a qualche anno fa era un tranquillo villaggio di pescatori, trasformatosi con l'avvento del turismo in una rinomata località balneare. Anche qui, come nella zona di Parikìa, alloggi e ristoranti si trovano in modo facile ed economico. Varie sono inoltre le possibilità di escursioni organizzate, come una gita a cavallo o una battuta di pesca sulle caratteristiche imbarcazioni. Terminata questa breve pausa di un paio di giorni, prepariamoci psicologicamente e fisicamente ad affrontare la terza tappa, forse la più impegnativa anche per un nottambulo incallito: maglietta di cotone, scarpe ginniche, pantaloncino corto anche di sera e fegato allenato. Allacciate le cinture, stiamo per arrivare a Ios.





3° Tappa

Partenza: Paros
Arrivo: Ios
Tempo spostamenti: 2h 30'
Mezzo: Traghetto
Attività: Immersioni

Essendo priva di aeroporto, è raggiungibile solo via mare, ma i collegamenti col Pireo e le altre isole sono giornalieri, anche da Paros in traghetto, con circa 13.000 lire. Una volta sbarcati al porto, sarà un sollievo notare che stranamente non siete stati abbordati dai fastidiosi affittacamere. La voglia di risollevare l'immagine dell'isola è grande e quindi, per volere governativo, i proprietari degli alberghi e delle domatie se ne stanno tranquilli, lontano dalle imbarcazioni senza infastidire i turisti, in attesa che siano questi ad interessarsi a loro. Succede solamente qui, ma non fatevi ingannare dalle apparenze; Ios è ben diversa da quel che sembra. Arrivando al mattino si ha come la sensazione di essere capitati in un ambiente tranquillo, ma è solo questione di ore, giusto il tempo che il popolo della notte smaltisca il mal di testa post-sbronza e tutto ricomincerà in un frenetico crescendo di ritmi.
Lo stesso vale arrivando di sera: il paese di Chora, cuore dell'isola, se ne sta arroccato su una collinetta, e di sera, dal porto, sembra rischiarato soltanto da qualche lumino, sparso qua e là, dando l'impressione di essere una località tutt'altro che festaiola. Puntualmente ci si sbaglia. Nello stesso momento, infatti, oltre un centinaio di bar e locali di vario genere si stanno dando un gran daffare per far divertire i numerosi turisti, di origine prevalentemente anglosassone, ma anche australiani, israeliani e, immancabilmente, italiani, anche se in piccolissima percentuale. Raramente l'età va oltre i 25 anni. Quando sta per albeggiare, se non vi siete lasciati trascinare dagli eventi e siete ancora lucidi, concedetevi il lusso dell'ultima "vasca", a curiosare tra le strette viuzze di Chora; dallo scenario apocalittico, cocci di vetro qua e là, corpi accartocciati ad ogni porta, mozziconi di "sigaretta truccata" e "palloncini", sarà molto facile intuire le principali attività della notte trascorsa. Chi viene a Ios lo fa anche per le attività acquatiche e per "lucertolarsi" al sole, ma soprattutto alla ricerca di avventure notturne e del divertimento votato all'eccesso, in ogni senso. A metà mattinata, se riuscite a svegliarvi (sempre che siate andati a dormire) invece di polleggiarvi nelle affollatissime spiagge (diverse quelle di nudisti) come Milopotas Beach, potrete prendere un bus e arrivare fino a Manganari Beach, per poi tornare prima di sera verso Ios città e assaporarvi il favoloso tramonto di Koumbara beach. Tra i motivi di interesse storico/culturale, la tomba di Omero (secondo la leggenda, la presunta tomba si trova all'estremità settentrionale, scavata da un viaggiatore olandese, all'interno di un sepolcreto risalente all'età del bronzo), i castelli (due fatti costruire dai veneziani: uno, costruito sui resti dell'antica acropoli, domina Ios dall'alto, l'altro, vicino alla baia di Manganari; il terzo, Paleokastro, del XV sec., fatto costruire dai Crispi, è a nord est dell'isola) e le numerosissime chiesette.

4° Tappa

Partenza: Ios
Arrivo: Santorini
Tempo spostamenti: 1h 30'
Mezzo: Traghetto

E' possibile arrivarci in aereo direttamente da Atene, con 55 minuti di volo. Provenendo da Ios, ovviamente in traghetto, vi accorgerete che la tratta è breve ma molto piacevole e spettacolare, soprattutto in prossimità dell'arrivo all'isola, di fulgida bellezza e di notevole interesse geologico. L'impatto è sicuramente dei più suggestivi; l'abbraccio dell'immensa baia, l'altissima scogliera a ferro di cavallo e gli isolotti di lava sparsi qua e là, testimonianza di una secolare attività vulcanica, scoprono uno dei panorami più incredibili di tutto il Mediterraneo. Le case bianche, sull'orlo della scogliera a strapiombo sul mare, da lontano sembrano neve che si staglia sul nero vulcanico delle rocce e, più ci si avvicina, maggiore è la voglia di dominare questo paradiso di colori e contrasti. Santorini, il cui nome classico è Thìra (in greco "isola selvaggia"), come l'omonimo capoluogo dell'isola, è molto affollata, essendo unica nel suo genere in tutto l'arcipelago delle Cicladi, ma merita davvero una visita di qualche giorno, anche se per coglierne il vero sapore e scoprire gli innumerevoli ed estasianti scorci ci vorrebbe minimo una settimana.
Santorini è anche l'isola che offre le maggiori opportunità dal punto di vista dello shopping, dei locali pubblici e dei divertimenti serali. Buona regola sarebbe leggere sempre i prezzi esposti e, se si ha anche il minimo dubbio, chiedere delucidazioni in merito, allo scopo di evitare brutte sorprese per le vostre tasche. Il divertimento notturno non ha niente da invidiare a concorrenti molto competitive, anche se ultimamente ha subito una sensibile flessione. Attività di ogni genere sono proposte ai visitatori, dalla partita di biliardo, ai concerti, alla discoteca. Se invece siete amanti delle bianche spiagge caraibiche, rimarrete forse un po' delusi; infatti, non troverete che sabbia completamente nera, causa l'origine vulcanica dell'isola, ma anche questo fa parte del suo fascino. Le spiagge sono molte; tra le più frequentate Kamari e Perissa, sulla costa a sud est dell'isola. A Santorini potrete anche acculturarvi visitando i numerosi luoghi di interesse storico-artistico di Thìra e dintorni. Nel capoluogo, il Museo Archeologico, l'abitato di Merovigli (a nord) ed il convento di S.Nicola; nei dintorni il sito archeologico di Akrotiri, a sud ovest dell'isola, il medioevale villaggio di Pyrgos e l'interessante abitato di Oia, ricco di botteghe e molto suggestivo soprattutto al tramonto. Validi dal punto di vista archeologico anche i dintorni di Trypa, Pirgos, Magalohori.

COMMENTO AL VIAGGIO

La durata del percorso proposto può variare da un minimo di 10 ad un massimo di 15 anche se il tutto è condizionato da parecchie variabili. Le possibilità alternative che questo paese può offrire, infatti, consentono a chiunque di poter soddisfare le personali necessità, ritagliandosi la propria vacanza su misura, scegliendosi luoghi, mezzi di trasporto, sistemazioni ed obiettivi di ogni tipo ed ai prezzi più variegati. Se avete poco tempo a disposizione, è consigliabile effettuare uno o al massimo due jumps tra le isole, al fine di contenere i costi e consentirvi di dedicare il tempo necessario a ciò che avete ritenuto prioritario, senza la frenesia di strafare. Avendo invece a disposizione 15 giorni di tempo ed un budget un po' più ricco, sarebbe certamente opportuno optare per Rodi, isola del Dodecanneso estremamente interessante sotto molti punti di vista. Un abbigliamento comodo e spartano agevolerà nelle numerose escursioni culturali possibili e sarà di grande comodità anche per i momenti di riposo

Il presente percorso, completo di immagini e cartine, lo trovate sul nr.1 (giugno '99) di Marcopolo Guida Viaggi, la rivista del turismo intelliGENTE, in edicola a L. 5.000; richiedila al tuo edicolante di fiducia. Per abbonamenti (L. 48.000 - 12 numeri) ed arretrati (L. 9.000 cad.) spedisci l'apposito coupon nelle ultime pagine della rivista allegando la ricevuta di versamento postale. Marcopolo Guida Viaggi: percorsi di viaggio pensati, vissuti e raccontati da Voi Viaggiatori marcopologv@libero.it

PAESI CORRELATI CON QUESTO ARTICOLO

GRECIA