ETS home page .:. contattaci .:. faq


G E O G R A P H I C A
I T I N E R A R I
P H O T O G A L L E R Y
I N V I A G G I O
I T R A V E L L E R S
L' A S S O C I A Z I O N E






Bed & Breakfast Fiera Milano
Bigatt B&B, la miglior sistemazione nei pressi della fiera di Milano-Rho
Enciclopedia del viaggio : Fotografia
Al ritorno


Tornati dal viaggio portate al più presto i rullini dal vostro fotografo di fiducia per lo sviluppo.
Quando il materiale sviluppato vi viene restituito provvedete subito a catalogarlo. Se si tratta di foto apponete sul retro una etichetta adesiva (non scrivete direttamente sul retro della foto, potreste rovinarla!) sulla quale avrete annotato la data ed il luogo in cui la foto è stata scattata, ed una breve descrizione del soggetto (per esempio: Samarcanda-mausoleo di Tamerlano; Botswana-donna di etnia Himba; Puskar-festa di Brahma; Acapulco-Nicoletta sulla spiaggia…). Se invece si tratta di diapositive annotate nell'angolo in alto a destra una doppia numerazione dove il primo numero rappresenterà il numero progressivo della diapositiva per ciascun rullino, ed il secondo il numero progressivo dei rullini (per esempio la diapositiva contrassegnata con la numerazione 4/82 sarà la quarta diapositiva dell'ottantaduesimo rullino da voi scattato). Provvedete poi ad annotare su un apposito quaderno (o sul vostro computer) numerazione, data, luogo e breve descrizione come nell'esempio precedente. Se non annoterete questi elementi, a distanza di qualche anno (e, vi auguriamo, di molti viaggi) non riuscirete più a ricordare dove, quando e cosa avete fotografato!
Nel riordinare il materiale (foto sull'album o diapositive predisposte per la proiezione) organizzate le vostre immagini intorno ad un tema, non necessariamente in ordine cronologico. Intercalatele con immagini di carte geografiche o di indicazioni stradali e prevedete una varietà di inquadrature: panorami, campi lunghi, primi piani, dettagli, paesaggi, monumenti, animali, personaggi, azioni, scene di viaggio (mentre montate una tenda, guidate o caricate i bagagli…). Nella scelta del materiale siate molto critici e scartate tutto quanto non è di buona qualità (anche se questo vi costerà emotivamente). Poi tra quanto ha superato questa prima cernita, scegliete quello da presentare al vostro pubblico (in particolare nel caso di proiezione di diapositive). Soprattutto, in questo secondo caso, abbiate l'accortezza di contenere la durata della proiezione a non più di 45 minuti. Oltre tale limite l'interesse viene meno e rischiate di annoiare i vostri spettatori. Secondo quanto vorrete che sia ampio il vostro commento durante la proiezione, contenete il numero delle diapositive tra 150 e 250, in ogni caso mai più di 300.
Conservate le fotografie in album ordinati, i negativi in un portanegativi trasparente e le diapositive in caricatori per proiettori o negli appositi fogli di plastica trasparente con le taschine, oppure in una scatola o in cassetti con separatori. Foto, negativi e diapositive vanno conservarti in un luogo fresco, buio, asciutto e privo di polvere. In particolare non vanno lasciati alla luce del sole perché sbiadiscono.
Per tenere le diapositive con il lato giusto in alto e nel corretto ordine di proiezione, disponetele tutte nel modo corretto, poi tracciate una riga diagonale lungo tutto il mazzetto sul lato della diapositiva che viene inserito nel proiettore rivolto verso l'alto. Se una diapositiva finisce fuori posto ve ne accorgerete immediatamente perché la riga risulterà spezzata. Anche nel caso di caduta accidentale delle diapositive, l'aver tracciato questa riga vi sarà di aiuto nel riposizionarle nel giusto ordine.
Se siete particolarmente abili nella fotografia o se avete tra le mani un servizio decisamente interessante, potrebbe venirvi voglia di proporlo a qualche rivista di viaggi.


RICORDATE CHE POTETE PROPORRE LE VOSTRE FOTO MIGLIORI
AD UNIPOLIS.NET E LE PIU' BELLE SARANNO PUBBLICATE NEL SITO

ARTICOLI E DOCUMENTI CORRELATI
Suggerimenti generali
Al momento del click




Sito ufficiale della European Travellers Society
1999-2007 (c) Rights Reserved | Statuto dell'associazione