ETS home page .:. contattaci .:. faq


G E O G R A P H I C A
I T I N E R A R I
P H O T O G A L L E R Y
I N V I A G G I O
I T R A V E L L E R S
L' A S S O C I A Z I O N E






Bed & Breakfast Fiera Milano
Bigatt B&B, la miglior sistemazione nei pressi della fiera di Milano-Rho
Enciclopedia del viaggio : Medicina
Vaccinazioni consigliate in situazioni particolari


Qualora la meta del viaggio lo richiedesse, è opportuno provvedere ad effettuare vaccinazioni al fine di proteggersi maggiormente contro particolari rischi patologici presenti nella regione. Nonostante l'Organizzazione Mondiale della Sanità abbia a più riprese invitato i Tour Operators a fornire una corretta ed esauriente informazione sui rischi sanitari per chi viaggia, spesso questi tendono a minimizzare, anche per non intimorire i potenziali clienti. Non di rado sui depliants turistici ci si limita a riportare le formalità richieste per legge per poter accedere ad uno Stato, giocando magari sul fatto che in molti Paesi queste formalità, per i viaggiatori, non sussistono. E' quindi sempre meglio usare cautela ed affidarsi al proprio buon senso ed alla esperienza del vostro medico di fiducia.
E' bene provvedere per tempo alla verifica circa una adeguata protezione contro malattie diffuse in molti Paesi del mondo quali epatiti, tifo, colera, febbre gialla, tubercolosi, tetano. Ciò anche perché, qualora risultasse necessario provvedere a qualche vaccinazione, richiamo o profilassi, sarebbe meglio evitare che queste si accavallassero tra loro.
Vi sono alcune vaccinazioni che sono obbligatorie per legge e senza le quali non è consentito l'accesso al Paese di destinazione. Altre invece, che pur non essendo obbligatorie, sono raccomandate per la maggior parte dei Paesi tropicali; altre ancora sono consigliabili secondo la destinazione del viaggio o per l'esistenza di particolari situazioni. Vediamole in dettaglio.


Vaccinazioni consigliate nel caso di viaggi in Paesi tropicali od in presenza di particolari situazioni sanitarie

Tutte le vaccinazioni sotto riportate vanno effettuate entro 15 giorni dalla data prevista per la partenza e sono somministrabili presso l'Ufficiale Sanitario del Distretto ASL.


Vaccinazione anti-epatite B
Come l'epatite A anche la B è un'infezione virale che può avere gravi effetti sul fegato. Viene contratta attraverso il contatto con sangue o plasma infetto (tramite trasfusioni, aghi contaminati, agopuntura, strumentazione odontoiatrica non sterilizzata, tatuaggi) o tramite rapporti sessuali con persone infette.Per la vaccinazione anti-epatite B è disponibile un vaccino somministrabile per via intramuscolare con scarsi effetti collaterali e ad ampia protezione. In Italia, per legge, dal 1991 tutti i bambini dal primo al dodicesimo anno di vita vengono sottoposti a questa vaccinazione. Il ciclo vaccinale consiste nella somministrazione di tre dosi e la protezione copre un arco di circa 5 anni. Questa vaccinazione è particolarmente consigliata a coloro che prevedono una permanenza prolungata in Paesi tropicali e per gli operatori sanitari.


Vaccinazione anti-morbillo
Il morbillo è una malattia infettiva altamente contagiosa provocata da un virus. I soggetti che hanno contratto l'infezione sviluppano immunità permanente. Questa vaccinazione è consigliabile solo per i bambini che non abbiano già contratto naturalmente la malattia ed in procinto di partire per un viaggio con destinazione in zone di endemia (in particolare Africa, ma anche Asia e Sud America). La somministrazione è per via intramuscolare in dose unica per bambini normalmente al di sopra dei 12/15 mesi di vita. E' tuttavia possibile la somministrazione anche a bambini di età inferiore.


Vaccinazione anti-tubercolare
Per bambini od operatori sanitari in procinto di partire per zone tropicali o in altre zone in cui la tubercolosi è endemica, può essere consigliabile la vaccinazione anti-tubercolare, sopratutto se è prevista una lunga permanenza e se i soggetti risultano negativi alla prova tubercolinica, oppure se si tratta di operatori che svolgono attività assistenziale. La tubercolosi è ancora diffusa, per esempio, fra le popolazioni himalayane ed esiste quindi la possibilità di contagio specialmente se, magari nel corso di un trekking, si alloggia nei dormitori tibetani o se si frequentano i piccoli e spesso affollati ristorantini nepalesi.


Vaccino anti-poliomielite
La poliomielite è una malattia che colpisce i centri nervosi sia nei bambini che negli adulti ed ha quale agente eziologico un virus presente nelle secrezioni e nelle feci dei soggetti infetti. Il contagio avviene tramite ingestione di cibi o acqua contaminati. In Italia la vaccinazione anti-poliomielite è obbligatoria in età infantile. E' consigliabile una dose di richiamo per coloro che si recano per lunghi periodi in zone in cui la malattia è diffusa , qualora siano trascorsi oltre 10 anni dal ciclo vaccinale. Coloro che non sono stati soggetti a vaccinazione nell'età infantile dovranno sottoporsi ad un ciclo completo. L'assunzione del vaccino avviene per via orale. E' preferibile evitare il viaggio in zone a rischio per i bambini che non abbiano completato il ciclo vaccinale.


Vaccinazione antidifterica
La difterite è provocata dal batterio Corynebacterium diphteriae ed è una malattia contagiosa caratterizzata dalla formazione di placche sulle mucose. In Italia la vaccinazione è obbligatoria in età infantile. E' consigliata a coloro che si rechino in zone in cui la malattia è particolarmente diffusa (in particolare, in tempi recenti, gli Stati dell'ex-Unione Sovietica sono stati oggetto di rilevanti forme epidemiche). Coloro che abbiano completato il ciclo vaccinale o abbiano effettuato richiami da più di 10 anni, dovrebbero sottoporsi a rivaccinazione.


Vaccinazione anti-meningococcica
La meningite è una malattia delle meningi di origine infettiva o tossica particolarmente diffusa nell'area del Sahel. La vaccinazione è quindi consigliata per coloro che abbiano tale area quale luogo di destinazione o altre aree in cui è segnalata la presenza di epidemie.


Vaccinazione anti-rabbica
Questa vaccinazione è consigliata solo a coloro che per motivi professionali sono esposti a rischio particolare oppure a coloro che abbiano come meta aree in cui sia prevedibile un alto rischio di contatto con animali selvaggi o randagi (cane, lupo, volpe, gatto, iena, sciacallo, dingo, licaone, ecc. ed eccezionalmente montone e capra) potenzialmente portatori del virus neurotropo responsabile della malattia.


Vaccinazione anti-encefalite giapponese
L'encefalite è un processo infiammatorio a carico dell'encefalo provocato da virus. L'encefalite giapponese ha un'elevata endemia nelle zone rurali di Giappone, Laos, Birmania, Thailandia, Viet Nam, Cina, Sri Lanka, India, Nepal, Filippine e Corea. La vaccinazione è suggerita per coloro che si rechino in estate nelle aree suddette per un periodo di permanenza superiore alle due settimane. Il vaccino non è disponibile in Italia ma è reperibile nei Paesi ad elevata endemia.



Nel caso di vaccinazione è bene tenere presente alcune semplici regole:
- comunicare per tempo al medico se si è soggetti a patologie cardiovascolari, renali o a malattie allergiche e, per le donne, se si è in stato di gravidanza;
- comunicare al medico, prima di sottoporsi alla vaccinazione, se ci si trova in uno stato febbrile;
- inoculare i vaccini separatamente ed in parti diverse del corpo;
- non sottoporsi a più di cinque immunizzazioni contemporaneamente;
- accertarsi che, nel caso di assunzione di più vaccini o farmaci contemporaneamente o a breve distanza gli uni dagli altri, non sussista incompatibilità tra loro. Come già precisato in precedenza, ad esempio, la chemioprofilassi antimalarica può annullare gli effetti immunizzanti della vaccinazione antitifica.


ARTICOLI E DOCUMENTI CORRELATI
Prima di partire
Vaccinazioni obbligatorie per alcuni paesi
Vaccinazioni raccomandate per paesi tropicali
La profilassi antimalarica
Quali medicine portare
Piccola farmacia da viaggio
Donne in stato di gravidanza
Donne che fanno uso di contraccettivi
Neonati e bambini
Anziani o con particolari patologie
In aereo
Nel nuovo ambiente
Alimenti e bevande
I rischi in acqua
Animali marini pericolosi
Zanzare ed altri insetti molesti
Vipere, serpenti ed altri animali terrestri
Sesso, droghe, alcol
Rischi di carattere socio-politico
Controlli post-viaggio
Conclusione
Evoluzioni nella profilassi antimalarica




Sito ufficiale della European Travellers Society
1999-2007 (c) Rights Reserved | Statuto dell'associazione