ETS home page .:. contattaci .:. faq


G E O G R A P H I C A
I T I N E R A R I
P H O T O G A L L E R Y
I N V I A G G I O
I T R A V E L L E R S
L' A S S O C I A Z I O N E






Bed & Breakfast Fiera Milano
Bigatt B&B, la miglior sistemazione nei pressi della fiera di Milano-Rho
Enciclopedia del viaggio : Medicina
Vacinazioni raccomandate per paesi tropicali


Qualora la meta del viaggio lo richiedesse, è opportuno provvedere ad effettuare vaccinazioni al fine di proteggersi maggiormente contro particolari rischi patologici presenti nella regione. Nonostante l'Organizzazione Mondiale della Sanità abbia a più riprese invitato i Tour Operators a fornire una corretta ed esauriente informazione sui rischi sanitari per chi viaggia, spesso questi tendono a minimizzare, anche per non intimorire i potenziali clienti. Non di rado sui depliants turistici ci si limita a riportare le formalità richieste per legge per poter accedere ad uno Stato, giocando magari sul fatto che in molti Paesi queste formalità, per i viaggiatori, non sussistono. E' quindi sempre meglio usare cautela ed affidarsi al proprio buon senso ed alla esperienza del vostro medico di fiducia.
E' bene provvedere per tempo alla verifica circa una adeguata protezione contro malattie diffuse in molti Paesi del mondo quali epatiti, tifo, colera, febbre gialla, tubercolosi, tetano. Ciò anche perché, qualora risultasse necessario provvedere a qualche vaccinazione, richiamo o profilassi, sarebbe meglio evitare che queste si accavallassero tra loro.
Vi sono alcune vaccinazioni che sono obbligatorie per legge e senza le quali non è consentito l'accesso al Paese di destinazione. Altre invece, che pur non essendo obbligatorie, sono raccomandate per la maggior parte dei Paesi tropicali; altre ancora sono consigliabili secondo la destinazione del viaggio o per l'esistenza di particolari situazioni. Vediamole in dettaglio.


Vaccinazioni raccomandate nel caso di viaggi in Paesi tropicali



Vaccinazione antitifica (tifo addominale)

Il tifo addominale o ileotifo o febbre tifoide è una malattia presente allo stato endemico in gran parte del mondo, ma sopratutto nelle zone a clima temperato e caldo con condizioni igieniche scadenti. L'agente dell'infezione è la Salmonella tyhphi, un batterio molto diffuso in natura e presente in tutte le acque contaminate da feci di soggetti malati o portatori sani, nella verdura irrigata o lavata con tali acque,nelle ostriche e nei frutti di mare in genere, nel latte, nei latticini eccetera. Anche le mosche sono vettori passivi dell'infezione e ciò può allargare di molto il numero degli alimenti sospetti. Le salmonelle penetrano nell'organismo per via orale ed hanno un periodo di incubazione di 15 giorni. L'ileotifo si evidenzia con stati febbrili ed emissione di feci acquose di colore verde chiaro. La vaccinazione anti-tifica è opportuna sopratutto per coloro che si recano in zone in cui l'infezione è particolarmente diffusa e cioè Asia, Africa e Sud America e/o in zone in cui le condizioni igieniche sono carenti. Esistono vaccini somministrati per via orale oppure per via intramuscolare. Nel primo caso la protezione dura circa due anni a decorrere da 14 giorni dopo la vaccinazione, nel secondo caso la protezione ha una durata di tre anni dall'inoculazione. La protezione offerta è stimabile al 90%. Anche in questo caso non devono essere sottoposti a vaccinazione le donne gravide, i bambini piccoli e coloro che sono soggetti a carenze immunitarie. E' indispensabile che il trattamento di vaccinazione cessi almeno una settimana prima della somministrazione di farmaci antimalarici, poiché il vaccino antitifico potrebbe ridurne l'efficacia.




Vaccinazione anti-epatite A

L'epatite virale da virus A (HAV) si manifesta con inappetenza, disturbi digestivi, malessere, depressione, spesso febbre molesta, dolori al fegato, ittero. E' un'infezione da virus che si contrae con l'ingestione di cibi od acqua contaminati, goccioline di saliva o con contagio diretto, anche tramite l'utilizzo di stoviglie ed utensili da cucina, non perfettamente puliti, venuti in contatto con persone infette. Può avere gravi ripercussioni sul fegato. Anche in questo caso l'infezione è diffusa sopratutto nella fascia tropicale e in quelle zone dove vi è carenza igienica. Il vaccino viene inoculato per via intramuscolare e viene completato con la somministrazione di tre dosi di cui la seconda dopo un mese dall'assunzione della prima e la terza 6-12 mesi dopo la prima. Il vaccino offre una notevole efficacia ed ha scarsi effetti collaterali. Questo tipo di vaccino può essere praticato anche ai bambini. La vaccinazione può essere effettuata presso l'Ufficiale Sanitario del Distretto ASL.




Vaccinazione anti-tetanica

La vaccinazione anti-tetanica è una di quelle vaccinazioni che tutti dovrebbero fare, non solo coloro che affrontano viaggi più o meno esotici. Purtroppo i decessi a causa del tetano non sono infrequenti nemmeno nel nostro Paese, in conseguenza anche di banali incidenti domestici. Il tetano è causato dall'azione di una neurotossina prodotta dal Clostidium tetani, un batterio anaerobico che produce spore dotate di grande resistenza. L'incubazione è di 2-10 giorni (a volte anche di più) e la malattia si manifesta clinicamente con la contrattura muscolare che si estende dai muscoli masticatori a quelli della base della lingua, della nuca, del tronco. La respirazione è gravemente alterata. Benché la febbre raggiunga livelli altissimi (43° C in agonia) il malato è perfettamente cosciente. Il vaccino antitetanico è somministrato per via intramuscolare ed ha elevate tollerabilità ed efficacia. Una volta completato il ciclo vaccinale è sufficiente un richiamo ogni dieci anni. La vaccinazione può essere effettuata presso l'Ufficiale Sanitario del Distretto ASL.


ARTICOLI E DOCUMENTI CORRELATI
Prima di partire
Vaccinazioni obbligatorie per alcuni paesi
Vaccinazioni consigliate in situazioni particolari
La profilassi antimalarica
Quali medicine portare
Piccola farmacia da viaggio
Donne in stato di gravidanza
Donne che fanno uso di contraccettivi
Neonati e bambini
Anziani o con particolari patologie
In aereo
Nel nuovo ambiente
Alimenti e bevande
I rischi in acqua
Animali marini pericolosi
Zanzare ed altri insetti molesti
Vipere, serpenti ed altri animali terrestri
Sesso, droghe, alcol
Rischi di carattere socio-politico
Controlli post-viaggio
Conclusione
Evoluzioni nella profilassi antimalarica




Sito ufficiale della European Travellers Society
1999-2007 (c) Rights Reserved | Statuto dell'associazione